Caricamento...
Home2020-05-05T09:24:29+00:00

Linea d’Ombra è un’organizzazione di volontariato nata a Trieste nel 2019. Il suo fine è raccogliere fondi per sostenere le popolazioni migranti lungo la rotta balcanica e ovunque potrà esserci bisogno. Operiamo prestando cure mediche e indumenti puliti a chi passa in transito per la città di Trieste, inoltre compiamo circa un viaggio al mese in Bosnia per portare aiuti concreti ai migranti e agli attivisti presenti in loco.

SOSTIENICI ANCHE TU!

Sostienici

Linea d’Ombra vive di donazioni volontarie e non riceve nessun finanziamento pubblico, per mantenersi indipendente. Potrai inserire la cifra che desideri donare una volta inseriti nome, indirizzo e-mail e premuto il tasto qua sotto.
In alternativa accettiamo anche donazioni tramite bonifico bancario intestato ad Associazione LINEA D’OMBRA ODV, BCC di Staranzano e Villesse, IBAN IT23V0887702202000000355222. Le donazioni serviranno ad aiutare i migranti in difficoltà bloccati in Bosnia e in arrivo a Trieste dalla rotta balcanica. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI LINEA d’OMBRA CON UNA DONAZIONE LIBERA!

Sostienici

Linea d’Ombra vive di donazioni volontarie e non riceve nessun finanziamento pubblico, per mantenersi indipendente. Potrai inserire la cifra che desideri donare una volta inseriti nome, indirizzo e-mail e premuto il tasto qua sotto.
In alternativa accettiamo anche donazioni tramite bonifico bancario intestato ad Associazione LINEA D’OMBRA ODV, BCC di Staranzano e Villesse, IBAN IT23V0887702202000000355222. Le donazioni serviranno ad aiutare i migranti in difficoltà bloccati in Bosnia e in arrivo a Trieste dalla rotta balcanica. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI LINEA d’OMBRA CON UNA DONAZIONE LIBERA!

Chi siamo

Linea d’Ombra è un’associazione detta “Organizzazione di Volontariato”, nata per dare forma giuridica ad un impegno lungo la rotta balcanica. I migranti si addensano a migliaia nel nord della Bosnia, al confine con l’Unione Europea, in campi mal gestiti e nelle strade, in condizioni di vita inaccettabili. Sul confine la polizia croata, assistita e finanziata da Frontex e dall’UE, cerca di bloccare il passaggio dei profughi, riuscendoci solo in parte: è impossibile fermare le migrazioni, sono parte integrante della natura umana. È però importante sapere che ciò avviene, illegalmente e con mezzi violenti. Si parte dal furto di telefoni, soldi, vestiti e persino delle scarpe, per arrivare alla tortura vera e propria, fisica e psicologica.

Linea d’Ombra ODV si impegna in questo contesto, con denaro raccolto mediante donazioni, per rendere meno insopportabili le condizioni di vita dei profughi, per denunciare le situazioni inaccettabili nei campi e il disumano comportamento delle polizie di confine.

A questo scopo stiamo creando una rete di persone e associazioni solidali. In oltre 18 viaggi, abbiamo raccolto più di 60000€, portati in Bosnia come aiuti diretti e sostegni a realtà autonome locali. Abbiamo realizzato un documentario e svariati reportage. Abbiamo pubblicato su Pressenza e Melting Pot il resoconto di ogni viaggio, e sollecitato la stampa nazionale ad affrontare la questione. Abbiamo inoltre lanciato una petizione di denuncia su change.org. In poco più di una settimana ha raggiunto 50.000 firme.

Nel corso dei primi mesi di vita l’operato dell’associazione è stato oggetto di attenzione mediatica e umana, riportiamo qui solo alcuni dei contenuti più rilevanti.
Per seguirci quotidianamente e restare aggiornati sulle nostre attività, è bene seguirci su Facebook alla pagina Linea d’Ombra ODV

Invitiamo tutti a seguire le pubblicazioni su MeltingPot, AreYouSyrious, Osservatorio Balcani e Caucaso, Lungo la rotta balcanica, Pressenza, NuoveRadici, Comune-Info

Da circa quattro anni siamo impegnati nel settore delle migrazioni. Nell’ultimo periodo, precisamente dal 2018 ad oggi 2019, abbiamo operato essenzialmente con donazioni ricevute da una schiera consistente di donatori e siamo riusciti ad acquisire una notevole conoscenza del complesso fenomeno delle attuali migrazioni, dei bisogni e delle esigenze sia, prima di tutto, delle persone migranti – individui singoli, famiglie, minori non accompagnati, persone variamente disabili -, sia delle esigenze di coloro che intervengono: quali competenze siano necessarie, le problematiche legislative europee e degli Stati interessati al fenomeno.

Dopo questo significativo periodo di impegno solidale, sono maturate tutte le condizioni per costituirci in associazione.
L’obiettivo è volto a realizzare nella maniera più organica iniziative di solidarietà in situazioni e contesti, in Italia e all’estero,  nei quali più acute sono le problematiche relative ai flussi migratori, di partenza, di transito o di destinazione e il loro conseguente impatto sociale.
I compiti dell’Ass.ne Linea d’Ombra ODV consistono nel sostenere progetti di volontariato nei cosiddetti campi profughi e, in generale, nelle strutture di accoglienza anche informali, nelle quali si trovano i migranti, al fine di promuovere la socialità tra i migranti stessi e la comunità locale, migliorare le loro condizioni di vita, specie per ciò che riguarda le situazioni vulnerabili, nonché aumentare la consapevolezza dei migranti sull’effettivo esercizio dei propri diritti e doveri.
Finora sono stati stesi undici rapporti informativi sulla situazione dei migranti nei vari luoghi di interesse. Fin dall’inizio collaboriamo con altre Associazioni di volontariato (IPSIA MAMRE MAMBRE per citarne alcune) e laddove sia necessario, ci relazioniamo con organismi come Croce Rossa, IOM e DRC.

A questo, va aggiunta la collaborazione non secondaria con enti, istituzioni e associazioni pubbliche e private, che intervengono con attività di supporto materiale, ricreativo, sanitario nei luoghi in cui giungono o transitano i migranti.
Come volontari dell’Associazione siamo anche impegnati nel diffondere ogni utile informazione sui servizi, associazioni, attività, che promuovano il sostegno delle persone migranti nei luoghi in cui si trovano o nei quali transitano.
La costituzione attuale in Associazione ODV ci consentirà di svolgere in maniera più regolare e, soprattutto, continuativa nel tempo, l’intervento nei confronti di un complesso fenomeno sociale destinato a durare a lungo e a produrre conseguenze rilevanti nel nostro paese e in Europa.
Cercheremo di operare al meglio delle nostre capacità al fine di promuovere l’interesse generale di una convivenza pacifica e solidale.

Trieste, 7 settembre 2019

per il Comitato Direttivo
Presidente
Lorena Fornasir

Contattaci

Puoi scriverci per organizzare un’incontro o una raccolta di materiali nella tua città, oppure puoi farci una domanda qualsiasi. Come possiamo esserti utili?

Siamo molto attivi su Facebook, ci segui?

3 days ago

Marzio Sandro Biancolino

Un grande grazie (hvala, thank you, tak) per tutti gli auguri ricevuti sabato scorso, scusandomi per non essere stato tempestivamente "sul pezzo" in quanto in misssione di scarico psicofisico in un we lungo a Trieste. Ormai nella vita ci sono rimaste tre verità: la mela marcia, l'uva passa e il tempo vola, ed è quello che va più veloce di tutti! 😊😊😊😉😉😉 ... See MoreSee Less

View on Facebook

3 days ago

Linea d'Ombra ODV

La solidarietà nasce dal legame di comunità dove persone, terra, acqua, cibo, lavoro, sono il bene comune da condividere come se ognuno fosse l’altro.
Mir Sada l’associazione di Lecco nata all’indomani della guerra nei Balcani, non dimentica nessuno dei fratelli. Da 26 anni è impegnata in una politica di sostegno nella KraKujevac distrutta dalle bombe Nato della “guerra umanitaria” voluta dall’allora governo D’Alema; oggi, come ieri, mantiene anche il suo supporto ai migranti bloccati in Bosnia. Non dimentica Trieste, approdo naturale della rotta balcanica. Con una macchina carica di materiale: scarpe, calzini, T-shirt, pantaloni, teli, coperte in pile e tanto altro, gli amici di Lecco ci hanno portato la loro concreta solidarietà. A loro e al Circolo Arci Spazio Condiviso Calolziocorte, la nostra gratitudine
... See MoreSee Less

View on Facebook

3 days ago

Linea d'Ombra ODV

Oggi è giorno di ringraziamenti.
La nostra gratitudine va anche alla donatrice che ci ha inviato il pacco anonimo della Dekatlh con 17 paia di magnifici pantaloni tuta nella taglia M che tanto è ambita. Grazie amica cara per il tuo gesto e pensiero
... See MoreSee Less

View on Facebook

3 days ago

Linea d'Ombra ODV

La solidarietà nasce dal legame di comunità dove persone, terra, acqua, cibo, lavoro, sono il bene comune da condividere come se ognuno fosse l’altro.
Mir Sada l’associazione di Lecco nata all’indomani della guerra nei Balcani, non dimentica nessuno dei fratelli. Da 26 anni è impegnata in una politica di sostegno nella KraKujevac distrutta dalle bombe Nato della “guerra umanitaria” voluta dall’allora governo D’Alema; oggi, come ieri, mantiene anche il suo supporto ai migranti bloccati in Bosnia. Non dimentica Trieste, approdo naturale della rotta balcanica. Con una macchina carica di materiale: scarpe, calzini, T-shirt, pantaloni, teli, coperte in pile e tanto altro, gli amici di Lecco ci hanno portato la loro concreta solidarietà. A loro e al Circolo Arci Spazio Condiviso Calolziocorte, la nostra gratitudine
... See MoreSee Less

View on Facebook

4 days ago

Linea d'Ombra ODV

transbalkanskasolidarnost.home.blog/raise-no-one-is-illegal-rainbow-flag/ ... See MoreSee Less

View on Facebook

6 days ago

Linea d'Ombra ODV

RiVolti ai Balcani - Conclusioni di Gianfranco Schiavone ... See MoreSee Less

View on Facebook

1 week ago

Linea d'Ombra ODV

⚠️ | CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE

RiVolti ai Balcani
Rete per i diritti lungo la “rotta balcanica”.

Sabato 27 Giugno 2020 - ore 11
Milano – Parrocchia S.Maria del Carmine
(Piazza del Carmine 2 - M2 Lanza, M1 Cairoli)

Lungo la “Rotta balcanica” arrivano in Italia e in Europa parte rilevante dei rifugiati del nostro continente. Si tratta in gran parte di di siriani, afgani, irakeni, iraniani, pakistani che fuggono da persecuzioni e conflitti pluriennali. Lungo tutta la rotta continuano a verificarsi violenze, torture, respingimenti e restrizioni arbitrarie e altre misure che mettono a rischio le persone migranti. Lo ha denunciato di nuovo Amnesty International all’inizio di maggio, sottolineando la complicità dei governi dell’Unione europea.

Anche l’Italia è toccata dalla rotta percorsa da migliaia di persone dirette in Europa in condizioni proibitive. Fino a poco fa l'Italia rappresentava un luogo sicuro di protezione per loro ma are che ora non sia più così. Recentemente infatti sono emerse responsabilità dirette dell'Italia in recenti operazioni di riammissioni collettive sul confine con la Slovenia, nel nostro Paese in violazione del diritto internazionale. Nonostante ciò il dibattito pubblico sul punto è ancora quasi inesistente.

Per rompere il silenzio sulla “rotta balcanica”, denunciare quanto sta avvenendo in quei luoghi e lanciare chiaro il messaggio che i soggetti vulnerabili del “game” non sono più soli, è nata la rete “RiVolti ai Balcani”, composta da oltre 36 realtà e singoli impegnati a difesa dei diritti delle persone e dei principi fondamentali sui quali si basano la Costituzione italiana e le norme europee e internazionali.

“RiVolti ai Balcani” si presenterà ufficialmente a Milano sabato 27 giugno alle 11 presso il chiostro della Parrocchia S.Maria del Carmine (Piazza del Carmine 2 - M2 Lanza, M1 Cairoli).

Durante la conferenza stampa, oltre a un quadro dettagliato della situazione attuale lungo la rotta tramite testimonianze dirette, saranno inoltre anticipati i contenuti di un dossier di denuncia e informazione sulla rotta a cura di “RiVolti ai Balcani”, con particolare attenzione alle riammissioni illegali in corso dalla metà di maggio sul confine italo-sloveno.

Interverranno tra gli altri Gianfranco Schiavone (vicepresidente Associazione Studi Giuridici Immigrazione), Silvia Maraone (coordinatrice interventi IPSIA ACLI in Bosnia Erzegovina), Anna Brambilla (avvocato del Foro di Milano, socia ASGI), Diego Saccora (Lungo la rotta balcanica - Along the Balkan Route), Agostino Zanotti (direttore ADL a Zavidovici Onlus), Paolo Pignocchi (Amnesty International - Italia) e Corrado Conti (Mir Sada e Circolo Spazio Condiviso di Calolziocorte).

🖥 | Sarà possibile seguire la diretta facebook su questa pagina
... See MoreSee Less

View on Facebook

2 weeks ago

Linea d'Ombra ODV

Oggi, sabato 20 giugno 2020 è la giornata del rifugiato.

Ogni giorno decine decine di migranti attraversano i boschi della Croazia, inseguiti da una delle peggiori polizie d’Europa.
Ogni giorno rifugiati passano la frontiera sloveno-italiana.
Ogni giorno arrivano nella piazza della stazione, anche quando non si mostrano.

Ogni giorno in verità Linea d’Ombra agisce per la giornata del rifugiato.
... See MoreSee Less

View on Facebook

2 weeks ago

Linea d'Ombra ODV

Giovedì la presidentessa di Linea d'Ombra Lorena Fornasir è stata ospite a Radio 3 FVG assieme a Gianfranco Schiavone di ICS. Riproponiamo per chi se lo fosse perso. Grazie a Marina De Vescovi per l'invito.Interi popoli costretti a scappare da guerra, fame e distruzione.
Il fenomeno migratorio è in continua ascesa e coinvolge un numero di territori crescente.
Con Lorena Fornasir dell’associazione Linea d’ombra e con Gianfranco Schiavone del Consorzio Italiano di Solidarietà cerchiamo di capire meglio cosa avviene sulla ‘rotta balcanica’ e cosa trovano i migranti che riescono a raggiungere la nostra regione.

NÈ STATO NÈ MERCATO - Radio1 giovedì ore 11.55
Streaming e podcast bit.ly/2YD3fTS

Credits Nicolò Govoni
... See MoreSee Less

View on Facebook

2 weeks ago

Linea d'Ombra ODV

Grazie di cuore alla solidarietà militante del Gruppo Germinal di Trieste che ci ha fatto partecipi di quanto ha raccolto con la spesa solidale, risposta concreta alla crisi pandemica (e non) ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 weeks ago

Linea d'Ombra ODV

BLACK LIVES MATTER, le vite nere contano
MIGRANTS LIVES MATTER, le vite dei migranti contano
ALL LIVES MATTER, tutte le vite contano

Una vita che conta è una vita di cui si ha cura.
Linea d’ombra lo fa in piazza della stazione tutti i giorni.
Curarsi delle vite che non contano è la base della politica.
È collaborare con le vite che non contano affinché contino.
È costruire solidarietà, è agire, lottare insieme alle vite che non contano, alle vite irregolari, alle vite illegali.
affinché tutte le vite contino
ugualmente.

Linea d’Ombra.odv
aderisce alla manifestazione di sabato 20
ore 18 largo Granatieri
... See MoreSee Less

View on Facebook