Caricamento...
Home2021-04-03T14:12:40+00:00
BOSNIA TO ITALY BORDER GUIDE FOR MIGRANTS

Linea d’Ombra è un’organizzazione di volontariato nata a Trieste nel 2019. Il suo fine è raccogliere fondi per sostenere le popolazioni migranti lungo la rotta balcanica e ovunque potrà esserci bisogno. Operiamo prestando cure mediche e indumenti puliti a chi passa in transito per la città di Trieste, inoltre compiamo circa un viaggio al mese in Bosnia per portare aiuti concreti ai migranti e agli attivisti presenti in loco.

SOSTIENICI ANCHE TU!

Sostienici

Linea d’Ombra vive di donazioni volontarie e non riceve nessun finanziamento pubblico, per mantenersi indipendente. Potrai inserire la cifra che desideri donare una volta inseriti nome, indirizzo e-mail e premuto il tasto qua sotto.
In alternativa accettiamo anche donazioni tramite bonifico bancario intestato ad Associazione LINEA D’OMBRA ODV, BCC di Staranzano e Villesse, IBAN IT23V0887702202000000355222. Per aiutarci nell’invio della ricevuta, utile per detrazione fiscale, inviateci copia del bonifico alla mail lineadombra.odv@gmail.com.
Le donazioni serviranno ad aiutare i migranti in difficoltà bloccati in Bosnia e in arrivo a Trieste dalla rotta balcanica. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI LINEA d’OMBRA CON UNA DONAZIONE LIBERA!

Sostienici

Linea d’Ombra vive di donazioni volontarie e non riceve nessun finanziamento pubblico, per mantenersi indipendente. Potrai inserire la cifra che desideri donare una volta inseriti nome, indirizzo e-mail e premuto il tasto qua sotto.
In alternativa accettiamo anche donazioni tramite bonifico bancario intestato ad Associazione LINEA D’OMBRA ODV, BCC di Staranzano e Villesse, IBAN IT23V0887702202000000355222. Per aiutarci nell’invio della ricevuta, utile per detrazione fiscale, inviateci copia del bonifico alla mail lineadombra.odv@gmail.com.
Le donazioni serviranno ad aiutare i migranti in difficoltà bloccati in Bosnia e in arrivo a Trieste dalla rotta balcanica. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI LINEA d’OMBRA CON UNA DONAZIONE LIBERA!

Chi siamo

Linea d’Ombra è un’associazione detta “Organizzazione di Volontariato”, nata per dare forma giuridica ad un impegno lungo la rotta balcanica. I migranti si addensano a migliaia nel nord della Bosnia, al confine con l’Unione Europea, in campi mal gestiti e nelle strade, in condizioni di vita inaccettabili. Sul confine la polizia croata, assistita e finanziata da Frontex e dall’UE, cerca di bloccare il passaggio dei profughi, riuscendoci solo in parte: è impossibile fermare le migrazioni, sono parte integrante della natura umana. È però importante sapere che ciò avviene, illegalmente e con mezzi violenti. Si parte dal furto di telefoni, soldi, vestiti e persino delle scarpe, per arrivare alla tortura vera e propria, fisica e psicologica.

Linea d’Ombra ODV si impegna in questo contesto, con denaro raccolto mediante donazioni, per rendere meno insopportabili le condizioni di vita dei profughi, per denunciare le situazioni inaccettabili nei campi e il disumano comportamento delle polizie di confine.

A questo scopo stiamo creando una rete di persone e associazioni solidali. In oltre 18 viaggi, abbiamo raccolto più di 60000€, portati in Bosnia come aiuti diretti e sostegni a realtà autonome locali. Abbiamo realizzato un documentario e svariati reportage. Abbiamo pubblicato su Pressenza e Melting Pot il resoconto di ogni viaggio, e sollecitato la stampa nazionale ad affrontare la questione. Abbiamo inoltre lanciato una petizione di denuncia su change.org. In poco più di una settimana ha raggiunto 50.000 firme.

Nel corso dei primi mesi di vita l’operato dell’associazione è stato oggetto di attenzione mediatica e umana, riportiamo qui solo alcuni dei contenuti più rilevanti.
Per seguirci quotidianamente e restare aggiornati sulle nostre attività, è bene seguirci su Facebook alla pagina Linea d’Ombra ODV

Invitiamo tutti a seguire le pubblicazioni su MeltingPot, AreYouSyrious, Osservatorio Balcani e Caucaso, Lungo la rotta balcanica, Pressenza, NuoveRadici, Comune-Info

Da circa quattro anni siamo impegnati nel settore delle migrazioni. Nell’ultimo periodo, precisamente dal 2018 ad oggi 2019, abbiamo operato essenzialmente con donazioni ricevute da una schiera consistente di donatori e siamo riusciti ad acquisire una notevole conoscenza del complesso fenomeno delle attuali migrazioni, dei bisogni e delle esigenze sia, prima di tutto, delle persone migranti – individui singoli, famiglie, minori non accompagnati, persone variamente disabili -, sia delle esigenze di coloro che intervengono: quali competenze siano necessarie, le problematiche legislative europee e degli Stati interessati al fenomeno.

Dopo questo significativo periodo di impegno solidale, sono maturate tutte le condizioni per costituirci in associazione.
L’obiettivo è volto a realizzare nella maniera più organica iniziative di solidarietà in situazioni e contesti, in Italia e all’estero,  nei quali più acute sono le problematiche relative ai flussi migratori, di partenza, di transito o di destinazione e il loro conseguente impatto sociale.
I compiti dell’Ass.ne Linea d’Ombra ODV consistono nel sostenere progetti di volontariato nei cosiddetti campi profughi e, in generale, nelle strutture di accoglienza anche informali, nelle quali si trovano i migranti, al fine di promuovere la socialità tra i migranti stessi e la comunità locale, migliorare le loro condizioni di vita, specie per ciò che riguarda le situazioni vulnerabili, nonché aumentare la consapevolezza dei migranti sull’effettivo esercizio dei propri diritti e doveri.
Finora sono stati stesi undici rapporti informativi sulla situazione dei migranti nei vari luoghi di interesse. Fin dall’inizio collaboriamo con altre Associazioni di volontariato (IPSIA MAMRE MAMBRE per citarne alcune) e laddove sia necessario, ci relazioniamo con organismi come Croce Rossa, IOM e DRC.

A questo, va aggiunta la collaborazione non secondaria con enti, istituzioni e associazioni pubbliche e private, che intervengono con attività di supporto materiale, ricreativo, sanitario nei luoghi in cui giungono o transitano i migranti.
Come volontari dell’Associazione siamo anche impegnati nel diffondere ogni utile informazione sui servizi, associazioni, attività, che promuovano il sostegno delle persone migranti nei luoghi in cui si trovano o nei quali transitano.
La costituzione attuale in Associazione ODV ci consentirà di svolgere in maniera più regolare e, soprattutto, continuativa nel tempo, l’intervento nei confronti di un complesso fenomeno sociale destinato a durare a lungo e a produrre conseguenze rilevanti nel nostro paese e in Europa.
Cercheremo di operare al meglio delle nostre capacità al fine di promuovere l’interesse generale di una convivenza pacifica e solidale.

Trieste, 7 settembre 2019

per il Comitato Direttivo
Presidente
Lorena Fornasir

Contattaci

Puoi scriverci per organizzare un’incontro o una raccolta di materiali nella tua città, oppure puoi farci una domanda qualsiasi. Come possiamo esserti utili?

    Siamo molto attivi su Facebook, ci segui?

    8 hours ago

    Giovanna Prati
    È sempre aperta la raccolta di buoni decathlon del gruppo WWMIH . Chi vuole aiutare le persone migranti che arrivano nella Piazza del Mondo a Trieste può inviarci una carta regalo, con cui noi acquisteremo felpe, scarpe, pantaloni e zaini, in base alle necessità indicateci da Linea d'Ombra ODV. Istruzioni:1. Andare al link:www.decathlon.it/landing/carta-regalo/_/R-a-index-gift-card2. Registrarsi al sito3. Decidere l’importo (minimo 10 euro)4. Inviare alla mail wwmih19@gmail.com5. Nome: gruppo wwmihGrazie💖 ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    1 day ago

    Linea d'Ombra ODV
    di Monica Napolivideo.sky.it/news/cronaca/video/migranti-bosnia-video-695794Guarda Migranti, in decine arrivano a piedi dalla Bosnia. VIDEO su Sky Video - Sky TG24 ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    1 day ago

    Linea d'Ombra ODV
    video.sky.it/news/cronaca/video/migranti-larrivo-a-trieste-attraverso-la-rotta-balcanica-695609Guarda Migranti, l'arrivo a Trieste attraverso la rotta balcanica su Sky Video - Sky TG24 ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    2 days ago

    Sara Del Dot
    Sabato dalle 16 ci vediamo qui! Con Confine Umanità, Linea d'Ombra ODV, Cisda, Arci Scuotivento Monza e altre realtà!🌞Sabato saremo a Monza per il lancio della Coalizione per la democrazia in Europa e Afghanistan con Un Ponte di Corpi Cisda Arci Scuotivento Monza Staffetta Femminista e tante altre realtà. Le reti della solidarietà non conoscono confini, non smettono di crescere e connettersi. ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    2 days ago

    Francesco Cibati
    Il 25 settembre sarò a Monza per questa iniziativa importante, per portare la testimonianza di Linea d'Ombra ODV e il mio piccolo cortometraggio Umar Umar. Al contrario di quanto raccontano diverse fonti d'informazione in Afghanistan r-esistono realtà strutturate, femministe, che combattono per i diritti e per la democrazia. Com'è che il blocco occidentale racconta solo di brutti barbuti? Persone amiche in zone limitrofe fatevi vive, che non passo in zona da troppo tempo!Sabato saremo a Monza per il lancio della Coalizione per la democrazia in Europa e Afghanistan con Un Ponte di Corpi Cisda Arci Scuotivento Monza Staffetta Femminista e tante altre realtà. Le reti della solidarietà non conoscono confini, non smettono di crescere e connettersi. ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    2 days ago

    Linea d'Ombra ODV
    Sabato saremo a Monza per il lancio della Coalizione per la democrazia in Europa e Afghanistan con Un Ponte di Corpi Cisda Arci Scuotivento Monza Staffetta Femminista e tante altre realtà. Le reti della solidarietà non conoscono confini, non smettono di crescere e connettersi. ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    2 days ago

    Un Ponte di Corpi
    This is where migrants asking asylum are going to be detained. Not welcomed - detained. Isolated. Deprived of basic human rights.A lager built with million euros, Sophisticated surveillance systems to destroy the last bit of their existence, as they already lost everything to wars and famine… This is the shameful and hypocrite EULinea d'Ombra ODV Lorena Fornasir ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    3 days ago

    Lorena Fornasir
    #BalkanRouteEurope Trieste sabato 18 settembre La solidarietà che ci giunge nella piazza del mondo ha qualcosa di straordinario. Il dramma della rotta si fa pensiero, pre-occupazione, pratica di cura, legame di comunità. Oggi erano 20 i ragazzi, tra cui vari minori, provenienti dall’Afganistan, dal Panjshir e dal Kashmir, in viaggio da anni di cui gli ultimi 25 giorni passati a nascondersi come prede di caccia per sfuggire alla cattura. Paola de Piccoli ha portato per loro, dal Veneto, del cibo delizioso ma anche Rosanna é giunta con vestiario e Monica Napoli si é aggiunta con la sua generosità, senza contare il contributo dei volontari di Linea d'Ombra ODV. Grazie a tutti, stiamo vivendo un dramma e nel dramma la felicità di essere in tanti a “stare dove bisogna stare” ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    4 days ago

    Lorena Fornasir
    #BalkanRouteEurope #solidarietàCi sono giornate dedicate ai ringraziamenti, soprattutto quando si é in ritardo e si teme di aver compiuto una trascuratezza. Sono arrivate le power bank di Valentina Chergia e i cinque scatoloni di Laura Soregaroli. La gratitudine dei ragazzi migranti é la più bella risposta, assieme alla nostra, alla vostra solidarietà Linea d'Ombra ODV ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    4 days ago

    Lorena Fornasir
    #BalkanRouteEurope. #SoludarityLa generosità non ha frontiere. Grazie a Food And Warmth per la preziosa costanza con cui sostengono Linea d'Ombra ODV. Saponette per l’igiene, telini igienici e farmaci sono un materiale assolutamente importante per la nostra cura in strada. Con gratitudine da tutti noi🌹 ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    4 days ago

    Linea d'Ombra ODV
    E ‘ PIÙ CHE DOVEROSO NECESSARIO PUBBLICARE COME LINEA D'OMBRA QUESTO APPELLO CHE MOSTRA,CONTRAPPONENDOSI, UN GESTO DI INACCCETTABILE VIOLENZA DA PARTE DELLA FRANCIA, DELL'ITALIA E DELL'UNIONE EUROPEA.DOPO LA CRISI DELL'OCCUPAZIONE STATUNITENSE ED EUROPEA DELL'AFGHANISTAN, L'ATTEGGIAMENTO DELL'UNIONE NEI CONFRONTI DELLE MIGRAZIONI STA DIVENTANDO ANCORA PIÙ CINICO E VIOLENTOARRESTATO EMILIO: APPELLO ALLA SOLIDARIETA’!Ieri i carabinieri di Torino hanno arrestato un nostro compagno.Emilio Scalzo, 66 anni, storico attivista del movimento No Tav, dall’inizio impegnato nella lotta alla frontiera tra la valsusa e il briançonnese. E’ sempre stato in prima linea a portare solidarietà concreta alle migliaia di persone che hanno attraversato questo confine, passando (inoltre) infinite notti ai valichi transalpini.Guardie in borghese l’hanno aspettato fuori casa per portarselo via il più velocemente e silenziosamente possibile. L’hanno rapito dalla strada. Per molte ore nessuno ha avuto notizie: i mandanti sapevano quanto la valle gli vuole bene e come avrebbe potuto reagire all’arresto.L’accusa è di violenza aggravata e oltraggio a pubblico ufficiale per una manifestazione avvenuta durante il campeggio “sconfiniamo la frontiera” di maggio 2021, azione in risposta allo sgombero del Rifugio Autogestito ChezJesoulx.Una manifestazione, che, ricordiamo, era stata quasi subito attaccata con lacrimogeni e bombe stordenti dai gendarmi francesi, gli stessi gendarmi che su quei sentieri respingono e sfiniscono le persone “senza-il-buon-documento” costringendole a tentare strade sempre più pericolose e mortali (solo oggi: www.lastampa.it/.../due-afghani-precipitano-nel...).Questo mandato è per ora unico nel suo genere: un ordine di arresto internazionale con richiesta di estradizione per effettuare le misure cautelari su un reato non ancora giudicato è una pratica completamente nuova, tassello in più al perfezionamento della repressione statale alla lotta contro le frontiere e non solo. Forse figlio delle relazioni sempre più strette tra le prefetture di Gap e di Torino, evidenti negli ultimi 2 anni. Il Tribunale torinese ha 14 giorni per concedere o rifiutare l’estradizione. Lottiamo per non farcelo portare via!Cercano così di distruggere i legami di solidarietà sempre concreti e forti su questa frontiera, attuando la solita divisione tra “buoni” e “cattivi”, quasi a vendicarsi del fatto che il processone ai 3+4 di Briançon è stato per loro (tribunale di Gap) un grande fallimento.Da una parte e dall’altra della frontiera Emilio non è amato dalle intelligence di polizia: in Italia è uno degli accusati per l’occupazione del Rifugio autogestito di Oulx, processo che inizierà a ottobre; ora anche in Francia lo vogliono incarcerare.Adesso si trova al carcere delle Vallette di Torino, dove resterà in isolamento per due settimane in attesa della risposta sull’estradizione.Non lasciamolo solo! Non permettiamo che lo estradano!Facciamo appello alla solidarietà a tuttx coloro che si sono spesi o hanno creduto in questa lotta.Per scrivergli: Emilio Scalzo, Casa Circondariale Lorusso e Cutugno, via Maria Adelaide Aglietta 35, 101151, Torino (TO). Sezione: Nuovi Giunti. (I telegrammi sono più veloci e sicuri da mandare, soprattutto ora che è in isolamento.)Mandateci in privato foto, scritti o altro da fargli arrivare – email: info@passamontagna.infoStasera alle 18 c'è stato un appuntamento al carcere delle Vallette per un saluto rumoroso,!!E ce ne saranno altri..Su quei sentieri c’eravamo tuttx! Sempre contro le frontiere!www.passamontagna.info/?p=2522 ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    4 days ago

    Linea d'Ombra ODV
    📍Sono terminati i lavori per la costruzione del nuovo campo di Lipa. Dopo l’incendio del 23 dicembre scorso, che aveva commosso i cittadini europei con le relative immagini delle ciabatte sulla neve, era stato costruito un campo di tende, ancora senza elettricità e acqua potabile.👉Ora, dopo 9 mesi, l’IOM – diretta espressione delle Nazioni Unite – è felice e orgoglioso di annunciare che il nuovo campo è pronto, attrezzato con container. L’IOM è infatti partner chiave nella costruzione e gestione del campo, assieme all’SFA (Service for Foreigners’ Affairs), unità del ministero della sicurezza della Bosnia ed Erzegovina.👉Questo video è pura propaganda che rovescia la realtà della situazione a Lipa. Il campo di confinamento – non “centro di accoglienza” – si trova in un altopiano isolato a circa 30 km da Bihac, nel bel mezzo del nulla. Ci si arriva per una strada sterrata. L’inverno sarà freddissimo, si coprirà di neve e le temperature scenderanno sotto i - 10 gradi, mentre la presenza della polizia a sorvegliare è sempre più pressante, anche per attivist* e giornalist*. Le persone migranti sono portate all’interno del campo con la forza, attraverso gli sgomberi ormai giornalieri della polizia negli accampamenti informali.👉🤬La realtà è che nessuno ci vuole stare nel lager di Lipa, perché le condizioni non sono adeguate e perché a piedi, per arrivare al centro abitato di Bihac, ci vogliono 5/6 ore. Sono ore che ogni giorno decine di persone camminano per scappare da questo posto, voluto e finanziato dall’UE per continuare nella politica di esternalizzazione delle frontiere che blocca le persone migranti nei paesi balcanici. Quello che è pubblicizzato nei video alla stregua di un villaggio turistico, è in realtà un passo fondamentale nella guerra alle persone migranti che i paesi europei stanno portando avanti, fatta di confinamento, detenzione ed espropriazione della vita stessa, che avviene in questi luoghi atroci presentati sulle dolci note di pianoforte.Link---https://www.facebook.com/watch/?v=176032034607036 #Welcome #Opentheborders #Freedomofmovement ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    5 days ago

    Laura Gamberini
    Ed eccoci qui, ieri abbiamo raccolto indumenti da consegnare a Lorena Fornasir di Linea d'Ombra ODV, da anni impegnata per curare e aiutare i migranti della rotta balcanica.Oggi già caricata una prima parte di quanto ricevuto, che contribuirà a vestire e ad offrire un sorriso, a chi non ha più nulla...Il resto del materiale sarà portato a Trieste nel mese di ottobre da #Nicoletta e dalla sottoscritta. Se state facendo il cambio di stagione, ribadisco che ci occorrono abiti da uomo, taglia max M, tra cui t-shirt, felpe, giubbotti, piumini, tute, pantaloni con elastici o coulisse, scarpe dal numero 39 al 44 e zainetti (benissimo quelli scolastici). Gli abiti devono essere lavati.Contattatemi pure se avete bisogno di ulteriori informazioni. Grazie 🙏 ... See MoreSee Less
    View on Facebook

    5 days ago

    Laura Gamberini
    Ieri all'evento del Il manifesto in rete - Bologna per parlare dei #migranti insieme a Lorena Fornasir e Gian Andrea Franchi di Linea d'Ombra ODVTestimonianze toccanti a cui è impossibile restare indifferenti.Sala piena, tanti giovani e schermo per permettere a chi non è riuscito ad entrare, di seguire il dibattito.Grazie a Sergio Caserta che organizza dibattiti interessantissimi su argomenti tabùE un grazie a Emily M. Clancy che nonostante gli impegni è voluta passare a portare un saluto e a mostrare da che parte sta. ❤️ ... See MoreSee Less
    View on Facebook